Crea sito
 ESCAPE='HTML'

Nel secondo segno dello Zodiaco, dopo l’esplosione di vita dell’Ariete, l’energia vitale comincia a plasmare la materia ed a creare forme. In questa stagione del Toro, i semi custoditi nel grembo della Terra iniziano a germogliare, nutrendosi delle sostanze necessarie per la loro maturazione e trasformarsi in frutti. Questo Elemento Terra evoca pienamente la Madre Terra, feconda e carnale, generatrice di vita. Ed è la Terra che rappresenta la materia, la natura ed il corpo, con le loro leggi e i loro ritmi di crescita ed espansione. E’ la fisicità allo stato puro quella che viene enfatizzata, seppure ingentilita da Venere, governatore del Toro; al pianeta si ricollega il principio di piacere, alla base di ogni desiderio, che vivifica la materia e tende a raggiungere l’appagamento e la gioia dei sensi, come necessità vitale e spinta alla sopravvivenza. La qualità saggia e concreta del Toro ci invita a rispettare la natura in noi, assecondando le vere esigenze del corpo e quella sana istintività che ricerca il piacere nelle sue forme più semplici. E la sua Terra allude al nostro habitat naturale, al nostro spazio vitale, da curare con amore e su cui mettere radici.

COME VIVERLO PER STARE BENE

A questa Luna di Terra vi potrete connettere meglio risvegliando in voi quella naturalezza e quell’abbandono al piacere di vivere spesso imbrigliati dalla razionalità e dai condizionamenti sociali. Proponetevi di cercare un contatto più diretto con le cose, di gustare più intensamente le sensazioni che vi trasmettono un colore, una forma, un suono; usate di più le mani come strumenti per toccare, trasformare e sentire. Proponetevi seriamente l’intento di occuparvi di più del vostro corpo, non per mettervi a dieta o rivedere il look, ma per offrirgli ciò che lo fa stare realmente bene: piacere, libertà, atmosfere ed ambienti confortevoli, cibi cucinati e gustati in allegria. E’ una sessualità più intensa e gioiosa che porti nutrimento e nuova linfa vitale, anche nell’anima.

 ESCAPE='HTML'

La qualità del tempo – Il sole è più caldo, la linfa scorre rapida, le piante crescono in fretta, alimentate dalle prime piogge. E’ dunque la stagione degli amori: tutti gli animali ostentano forza e bellezza per accoppiarsi. Tutto ciò che nasce in questo mese è attraente, robusto e costante, proprio come la pianta che si radica alla terra per trarne sicurezza. Tenacia e sensualità anche per i nativi di Maggio, in linea con la natura che ha mille profumi e colori.

La pietra – Smeraldo -  Verde come la natura trionfante e come gli occhi scintillanti degli Aztechi del destino. Si racconta che lo smeraldo abbia potere sulla pioggia ed aiuti a sfruttare al meglio le risorse agricole e personali. Portato costantemente al collo rafforzerebbe anche memoria, creatività e benessere. Qui però sta l’aspetto scivoloso: caduto, sempre secondo leggenda, dalla fronte degli angeli ribelli, porta ricchezza, ma può rendere materialisti e dipendenti dal denaro.

Il vegetale – Gelsomino – E’ sempre correlato dalle varie leggende alle questioni di cuore. La tradizione araba, per esempio, vi legge la fedeltà inossidabile della ragazza che si lasciò morire nel deserto per seguire l’amato. Quella fiorentina, più gioiosa, descrive il gelsomino come pianta proibita che, trafugata dal palazzo mediceo, dove era coltivata in segreto, consentì a due giovani innamorati poverissimi di racimolare il denaro necessario per sposarsi, vendendone profumati mazzetti. E poiché Maggio è da molti considerato il mese delle nozze, via libero al gelsomino come pianta fiorita in giardino o come essenza sensuale ideale per riaccendere l’intesa di coppia.

L’animale – Usignolo – L’uccellino che nella notte fa da colonna sonora agli amori di Romeo e Giulietta, in linea con la sensualità maggiolina, è il simbolo del canto, ovvero dell’arte di esprimersi in modo armonioso e della seduzione. Si dice che ascoltarlo e visualizzarne l’immagine rafforzi le qualità canore ed oratorie. Poiché insegna ai suoi piccoli l’arte del bel canto, porta fortuna agli insegnanti ed ai genitori alle prese con l’educazione dei bambini.

Festa – 1 Maggio, Beltane – Festa con cui i Celti onoravano il dio del Sole, Belenos, che apriva la parte chiara dell’anno. Si accendevano grandi fuochi, con sette tipi di legno diverso per purificare il bestiame nel fumo; si danzava in cerchio intorno a un albero per garantirsi abbondanza e fecondità. Nell’antica Roma, la festa di Maggio prendeva il nome di Floralia, mentre oggi in molte regioni d’Italia (tra cui Liguria, Lombardia, Emilia – Romagna, Toscana, Umbria) per festeggiare l’arrivo della Primavera si celebra il Calendimaggio.

 ESCAPE='HTML'

SALICE PIANGENTE

SIMBOLI CHIAVE – Incantesimo, fascino, sensualità, purificazione, rinascita.

LA SUA ANIMA SEGRETA – Collegato alla Dea Luna, il salice è il simbolo della purificazione, per via delle foglie simili ad una cascata di gocce e di rinascita, perché se tagliato ricresce in fretta. Antichissimo anche il collegamento di questa pianta con l’Acqua, la Medicina e la Magia:nell’Antica Grecia gli incantesimi con il salice piangente facevano alzare magiche nebbie e la Dea sumera Belili, signora della Luna dell’Amore, viveva nei salici e nelle sorgenti. Ancora, il salice era sacro ai poeti, perché era il vento che soffiava tra i suoi rami a recare l’ispirazione. Non a caso, le arpe celtiche erano intagliate nel salice e nel mito greco il Monte Elicona (che significa appunto “salice”) era la casa delle 9 Muse, le sacerdotesse delle Dee lunari. Le scope cavalcate dalle streghe venivano legate con lacci di salice: da qui la curiosa parentela etimologica che in Inglese accomuna il vocabolo salice al vocabolo strega. Le offerte dei Druidi agli Dei della Natura venivano deposte in cesti di salice, mentre le selci funerarie rinvenute nei “dolmen” o in altri monumenti funebri, ricalcavano la forma delle sue foglie.

I SUOI DONI – Siedi ai piedi di un salice oppure abbraccialo, come fosse un vecchio amico e canta una canzone, perché ama la musica. Dolci e sognanti i suoi doni: bellezza, fascino, capacità di amare e di perdonare le offese. Inoltre dissolve le inquietudini, il desiderio smodato di conferme, aiuta a smascherare le bugie ed allontana le persone che non sono adatte a te.

IL SUO CONSIGLIO – Ascolta le tue sensazioni, aguzza la vista, l’udito, il tatto e non negarti il piacere di vivere, purchè in modo consapevole: anche questo è amore. Sei ciò che guardi, che tocchi, che mangi: controlla dunque la qualità del cibo che assumi e quella dell’ambiente in cui vivi, concentrandoti sull’arte della moderazione.

 ESCAPE='HTML'

Nel mese venusiano del Toro, la Natura celebra la sua bellezza e la sua forza produttiva, dispiegando sotto gli occhi il miracolo della vita che si rinnova e si espande in tutte le sue forme. C’è una pietra che ha la particolare prerogativa di aiutarti a riconoscere il potere spirituale nascosto nel Regno Vegetale, allineandoti con le forze sottili che lo governano: il crisoprasio. La seconda pietra del mese di Maggio è il quarzo rosa.

CRISOPRASIO – Ha il colore tenero e brillante delle foglie in piena fioritura. Sviluppando un senso di partecipazione al ciclo vitale della Natura, ti aiuterà a prendere coscienza anche dei tuoi cicli di trasformazione, quindi di come ogni tua opera, produzione e possesso non sono che una parte della tua esperienza e quindi devono essere poi lasciate andare, offerte all’esistenza. Passeggiare all’aperto, nel verde, dedicarti alle tue piante, tenendo con te un crisoprasio, potrà diventare un piacevole compito meditativo, che ti farà avvertire profondamente la sacralità della Natura, ti aiuterà a liberarti dalla possessività e ti infonderà pace ed armonia interiore.

QUARZO ROSA – Stai d’animo simili a quelli sopra descritti verranno stimolati anche dall’altra pietra legata a Venere, il quarzo rosa. E’ la pietra dell’amore, l’amore per sé, per gli altri, per il creato, l’amore che permette di riconciliarsi e nutrire sentimenti di gratitudine, che libera dalle dipendenze affettive e da certi attaccamenti troppo terreni, troppo egoistici. Indossato come ciondolo, tenuto in tasca come pietra grezza ti permetterà di mantenere uno stato d’animo sereno e tollerante in ogni situazione di confronto, di attirare il favore e la simpatia altrui, di neutralizzare con l’equilibrio e la dolcezza le provocazioni di un partner aggressivo. Essendo pietra venusiana, le delicate vibrazioni del quarzo rosa esalteranno la femminilità, affineranno il buon gusto e faciliteranno le tue scelte in tutto ciò che riguarda l’arredamento, il look e l’estetica. Sembra inoltre che sia benefico per la pelle, perché favorisce il rinnovamento dei tessuti e delle cellule.

 ESCAPE='HTML'

COSA SEMINARE

CONSIGLI DAL CIELO DI MAGGIO 2015 - A Maggio, si diffonde sempre una calda vibrazione di tenerezza e di sensibilità che trova il suo campo di espressione più naturale nelle relazioni familiari. Anche se sei impegnatissimo oppure distratto dai tuoi interessi o abituato a dare per scontati gli affetti ed a sostare solo lo stretto necessario tra le pareti domestiche, lascia che attecchisca in te una nuova sensazione di intimità e di adesione del cuore al sentimento di appartenenza al tuo habitat familiare.

CONSIGLI DAL CIELO DI MAGGIO 2016 - Potresti accorgerti di quanto conta per te il legame con chi ti vive accanto e trascorrere momenti preziosi nel ricostruire insieme la vostra storia familiare. Una bella semina, dunque, da cui potranno scaturire nuove modalità di rapporto e di dialogo.

CONSIGLI DAL CIELO DI MAGGIO 2017 - Semina nel tuo cuore la voglia di rimetterti in gioco con entusiasmo, soprattutto se hai passato un periodo di inattività forzata. Il rosso è il colore ideale di questo mese, legato com'è al coraggio, alla forza ed all'asservità di cui hai bisogno. Se occuparti di progetti che avevi ormai abbandonato, ti risulta difficile, prova a vederli da una prospettiva diversa, evitando di focalizzarti sugli elementi negativi e ripartendo da zero. Elabora una scaletta innovativa da seguire ed imponiti una serie di scadenze a breve termine per tenere d'occhio i progressi dei lavori avviati.

COSA COLTIVARE

CONSIGLI DAL CIELO DI MAGGIO 2015 - Intraprendenza, dinamismo, rapidità di esecuzione che imprimono slancio al ritmo della vita quotidiana ed all’attività mentale. Potrebbe anche esserci qualche effetto di euforia o di fiducia nelle tue idee, oppure potresti ritenere già raggiunti traguardi che richiederanno invece maggiore costanza, ma quello che conta è educarsi al tempismo ed alla prontezza, all’intervento efficace e risolutivo.

CONSIGLI DAL CIELO DI MAGGIO 2016 - Se ti sembra di non avere queste doti, cerca di affiancarti a chi ne ha in abbondanza, così mentre apprenderai un’utile lezione, avrai anche il sostegno necessario per abbreviare i tuoi tempi di realizzazione.

CONSIGLI DAL CIELO DI MAGGIO 2017 - Coltiva lo studio di materie legate alla spiritualità, al fine di proseguire lungo il cammino della trasformazione interiore, che può renderti una persona equilibrata, realizzata ed in piena armonia con l'ambiente che ti circonda. Attenzione, però, a non illuderti di aver trovato tutte le risposte ai misteri della vita ed a sentirti in obbligo di svelarti agli altri, imponendo loro il tuo punto di vista: la consapevolezza acwuisita riguarda infatti prima di tutto te stesso ed è a te che deve servire per apprendere nuove tecniche utili al tuo benessere psicofisico.

COSA ESTIRPARE

CONSIGLI DAL CIELO DI MAGGIO 2015 - Sarebbe consigliabile sottoporre ad un obiettivo esame, la tendenza all’influenzabilità, cercando di capire quanto incidono su di te i giudizi altrui, quanto sei propenso ad imitare esempi e modelli esteriori che in fondo non rispecchiano il tuo modo di essere.

CONSIGLI DAL CIELO DI MAGGIO 2016 - Sforzati di vedere quanta credibilità accordi a chi ti crea aspettative illusorie oppure sfrutta la tua buona fede. E’ sicuramente positivo confrontarsi con gli altri ed accogliere opinioni diverse, ma conserva sempre un sano spirito critico: combatti la tendenza ai falsi miti, alle false teorie ed alle false promesse. 

CONSIGLI DAL CIELO DI MAGGIO 2017 - Impegnati per estirpare dalla mente gelosie immotivate e pensieri ossessivi, che possono danneggiare la tua vita sentimentale, mettendo a rischio il tuo legame affettivo o nel caso tu sia single, facendoti subire il fascino di persone attratte da perversioni di ogni tipo. Un massaggio con le pietre laviche aiuta ad eliminare le paure alla base di simili atteggiamenti mentali. Le pietre calde appoggiate su vari punti del corpo rilasciano il loro calore, creando una sensazione di immediato benessere e gli oli essenziali usati in abbinamento rafforzano l'effetto terapeutico di questa tecnica.

 ESCAPE='HTML'