Crea sito
 ESCAPE='HTML'

Che cosa sono le Stelle fisse...

Le stelle fisse sono tutte le stelle del cielo che sembrano immobili ognuna rispetto all'altra, come se fossero idealmente incollate o fissate sulla volta celeste: questa le trascina con sè nel suo moto di rotazione, generando il fenomeno del loro sorgere e del loro tramontare. In realtà le posizioni relative delle stelle subiscono alcune piccolissime variazioni, che possono essere percepite solo dopo molti secoli e che sono dovute al moto proprio di ciascuna stella che si misura di norma in ascensione retta e in declinazione.

 ESCAPE='HTML'

Le Stelle fisse sono corpi celesti che si trovano al di fuori del sistema solare, brillano di luce propria e sono tra i più antichi fattori astrologici. Nell'antichità si credeva che esse fossero statiche ed, invece, si muovono seppure lentamente, tanto che ogni settant'anni si spostano di circa 1° soltanto. Nell'esame di un oroscopo personale, l'Astrologia moderna si basa sui Pianeti, ma per fare un tema natale completo si devono considerare anche un centinaio di stelle fisse, quando sono congiunte ai Pianeti del Cielo Natale o ai suoi angoli (Ascendente, Discendente, Medio Cielo e Fondo Cielo) perchè possono rafforzarne o debilitarne la natura. Nei consigli che seguono si considerano le stelle fisse presenti quando il Sole o altri Pianeti transitano sulla loro stessa longitudine. Poichè la longitudine delle stelle fisse può variare leggermente, specialmente a cavallo di una settimana con l'altra, è bene sempre tenere in considerazione sia la settimana che si chiude che quella che si apre (ed ecco perchè è stato creato l'Archivio delle previsioni e dei consigli delle stelle fisse). Se poi in una delle settimane dovesse cadere il proprio compleanno, è importante riflettere profondamente sul significato delle stelle segnalate, poichè sono congiunte al proprio Sole di nascita. Inoltre è importante tenere presente che, i Pianeti si esprimono in maniera graduale, mentre le Stelle fisse, molto spesso, si esprimono improvvisamente e con grande forza, specie se si trovano in concomitanza con qualche transito planetario impegnativo.

 ESCAPE='HTML'

Le previsioni ed i consigli delle stelle fisse...

Settimana dal 15 al 21 Maggio 2017

ALGOL - ALCYONE

Algol potrebbe creare qualche scompiglio in vari settori della vita. Può anche rendere accecanti le passioni, cosa da cui ti devi guardare in modo particolare, per non creare problemi alla tua vita affettiva. Alcyone potrebbe invece, aiutarti a superare i momenti difficili e favorisce le relazioni basate sui buoni sentimenti. Questa settimana dunque gli effetti poco piacevoli di una Stella saranno bilanciati dalla positività dell'altra. 

DolceLuna

 

 ESCAPE='HTML'

Vuoi conoscere meglio le Stelle fisse per scoprire come mai sei un Ariete atipico o un Pesci coraggioso o ancora un Gemelli equilibrato? Vieni a trovarci nel forum di Streghette di Luna e potrai sapere di più su questi corpi celesti luminosi e che hanno un'importanza fondamentale, spesso "dimenticata" nel Tema Natale di ognuno di noi.

DolceLuna

 ESCAPE='HTML'

Quando sono triste guardo le stelle..
alzo lo sguardo e mi perdo.
Piango, rido, riavvolgo il nastro dei miei pensieri,
scrutando quelle piccole luci perse su un tappeto di velluto nero,
mi accorgo di cosa siamo noi uomini…
… piccole stelle luminose su questo mondo.
Ognuno di noi brilla di luce propria,
ognuno di noi brilla di una luce unica e personale…
tutti uguali,
tutti diversi…
tutti importanti.
Ecco quando sono triste alzo gli occhi al cielo e guardo le mie stelle,
sembrano sole e distanti,
ma tutte assieme ricamano l’unicita meravigliosa dell’universo!
Come noi uomini… tutti assieme creiamo quell’eterogenea sublime bellezza che è l’umanità!
Allora alzo gli occhi al cielo,
Guardo le mie stelle
e non sono più infelice, ma brillo della mia luce!

S. Shan

 

 ESCAPE='HTML'

STELLE

di Francesco GUCCINI

Ma guarda quante stelle questa sera fino alla linea curva d' orizzonte,
ellissi cieca e sorda del mistero là dietro al monte:
si fingono animali favolosi, pescatori che lanciano le reti,
re barbari o cavalli corridori lungo i pianeti

e sembrano invitarci da lontano per svelarci il mistero delle cose
o spiegarci che sempre camminiamo fra morte e rose
o confonderci tutto e ricordarci che siamo poco o che non siamo niente
e che è solo un pulsare illimitato, ma indifferente.

Ma guarda quante stelle su nel cielo sparse in incalcolabile cammino:
tu credi che disegnino la traccia del destino?
E che la nostra vita resti appesa a un nastro tenue di costellazioni
per stringerci in un laccio e regalarci sogni e visioni,


sia scritto in chiavi misteriose, effemeridi che guidano ogni azione,
lasciandoci soltanto il vano filtro dell' illusione
e che l' ambiguo segno dei Gemelli governi il corso della mia stagione
scontrandosi e incontrandosi nel cielo dello Scorpione ?

Ma guarda quante stelle incastonate: che senso avranno mai, che senso abbiamo?
Sembrano dirci in questa fine estate: siamo e non siamo
e che corriamo come il Sagittario tirando frecce a simboli bastardi,
antiche bestie, errore visionario, segni bugiardi.

C' erano ancora prima del respiro, ci saranno alla nostra dipartita,
forse fanno ballare appesa a un filo la nostra vita
e in tutto quel chiarore sterminato, dove ogni lontananza si disperde,
guardando quel silenzio smisurato l' uomo... si perde...

 ESCAPE='HTML'

Osservare le stelle è come guardare indietro nel tempo, dato che alcune sono così distanti che la loro luce impiega milioni di ore, ma com’erano quando sul nostro pianeta esistevano i dinosauri. È un concetto stupefacente.
Nicholas Sparks, La scelta

*

Le stelle aspettano la sera per mostrare la loro luce o sei tu a lasciarti trasportare dalla notte in pieno giorno?
Sergio Bambarén, Il Guardiano del faro

*

Tutte le sere, quando si apre il sipario della notte, nel cielo nero si accendono le stelle e inizia lo spettacolo che da millenni mette in scena storie in cui si muovono eroi dotati di superpoteri, mostri e ibridi da fantascienza, fanciulle più divine che terrestri: tutti impegnati in un repertorio d’amori e d’avventure ai confini della realtà. Uno spettacolo che si replica senza interruzione da parecchie migliaia di anni, e che ha il solo torto d’esser finito anche sui libri di scuola dove spesso persino le cose più straordinarie diventano noiose. Eppure, come faceva notare il filosofo latino Seneca, se le stelle, anzichè brillare continuamente sopra le nostre teste, fossero visibili solo da un particolare luogo del pianeta, tutti vorrebbero andarci per assistere allo spettacolo.
Margherita Hack, Notte di Stelle

*

Il mare che ci circonda, il sole che ci dà vita, la luna e le stelle che brillano nel cielo sono vere ricchezze. Sono tesori senza tempo e ci sono stati regalati per ricordarci a ogni istante la magia dell’esistere, sono la testimonianza di un mondo pieno di miracoli, e basta guardarsi intorno per realizzare i sogni.
Sergio Bambarén, Il Delfino

*

‎Perdersi con lo sguardo fra le stelle, è come cominciare a camminare nella propria anima, esplorando passo dopo passo pensieri, sentimenti, desideri [...] perdersi con lo sguardo fra le stelle a volte fa ritrovare parti di se’ che neppur credevamo di avere o conservare.
Anton Vanligt, Mai troppo folle

*

Il significato della vita è ovunque lo cerchiamo.
Sotto un cielo di stelle, tra i pini del bosco, in un volo di uccelli.
Romano Battaglia, Il silenzio del cielo

*

‎Gli uomini hanno delle stelle che non sono le stesse. Per gli uni, quelli che viaggiano, le stelle sono delle guide. Per gli altri non sono che delle piccole luci. Per gli altri, che sono dei sapienti, sono dei problemi. Per il mio uomo d’affari erano dell’oro. Ma tutte queste stelle stanno zitte. Tu, tu avrai delle stelle come nessuno ha… Quando tu guarderai il cielo, la notte, visto che io abiterò in una di esse, visto che io riderò in una di esse, allora sarà per te come se tutte le stelle ridessero. Tu avrai, tu solo, delle stelle che sanno ridere!
Antoine Marie Roger de Saint-Exupéry, Il piccolo principe

*

E quando mi parlerà
di un cielo scuro, di un paesaggio bianco,
ricorderò stelle che non ho visto, che lei guardava,
e neve che nevicava nel suo cielo…
Pedro Salinas, La Voce a te dovuta

*

Era freddo, ma la terra era asciutta. Mi distesi sull’erba a guardare le stelle. Mi parve di vederle per la prima volta. E forse era davvero così, perchè le guardavo senza pensare ai loro nomi. Immaginai di essere un uomo delle caverne che non ha letto nulla, che non ha studiato, che non sa. E, libero da tutta quella conoscenza, mi persi nella meravigliosa, consolante immensità dell’universo. Non la guardavo più. Ne ero parte.

Tiziano Terzani, Un altro giro di Giostra

*

Le persone sono un po’ simili alle stelle: magari brillano lontane, ma brillano, e hanno sempre qualcosa di interessante da raccontare…però ci vuole tempo, a volte tanto tempo, perchè le storie arrivino al nostro cuore, come la luce agli occhi.

Alessandro D’Avenia, Bianca come il latte rossa come il sangue

*

A forza di guardare il cielo e di respirare a pieni polmoni l’aria fresca della notte, mi sembrava di riempirmi di stelle.
Un indovino mi disse, Tiziano Terzani

*

Se ci fosse una sola stella nel firmamento
e un solo fiore per sempre bianco,
se un solo albero si innalzasse nella valle
e la neve cadesse
una volta sola ogni cent’anni,
anche allora sapremmo
la generosità dell’infinito.
Kahlil Gibran, Parole dette

*

Non è vero che le stelle ci sono avverse, siamo noi che spesso le guardiamo con occhi velati.
Romano Battaglia, La strada di Sin

*

Le stelle sono buchi nel cielo da cui filtra la luce dell’infinito.
Confucio

*

A cosa servono questi alberi verdi, a cosa serve il canto di un uccello, a cosa serve il sorgere del sole, a cosa serve una notte stellata? Che scopo ha tutto cio’? No, non esiste uno scopo. Per questo la vita e’ cosi’ bella.
Osho, I misteri della vita

*

Quando osserviamo il mutare del giorno e della notte, il sole, la luna e le stelle nel cielo e l’avvicendarsi delle stagioni sulla terra… non possiamo non accorgerci che tutto questo è opera di qualcuno molto più potente dell’uomo.
Chased-by-Bears, Sioux

*

C’è chi si fissa a vedere solo il buio.
Io preferisco contemplare le stelle. Ciascuno ha il suo modo di guardare la notte.
Victor Hugo

*

Più che la luna, trovava incredibilmente poetiche le stelle, lui. Poetiche e romantiche. Amava quel palpitare che le rende vive, umane, quel luccicore di mare increspato dal vento in mezzo al quale si aspettava sempre, da un momento all’altro, di veder spuntare il volto di Dio, quel carosello misterioso e caotico che dà letizia a notti sconsolate e per qualche istante, ti fa sentire meno solo, un friccico meno nulla, nella nullità.
Flavio Venditti, Amore in saldi

 ESCAPE='HTML'